LE CONTRADE

IL RINASCIMENTO AI TEMPI DI GIULIO II

Protagoniste del Palio sono le Contrade con i loro contradaioli.

Gli associati del Palio, in funzione del territorio di appartenenza, si raggruppano formando così le contrade.

La Contrada è rappresentata dal capitano che viene eletto in occasione delle assemblee elettive. Sono autonome e provvedono alla loro gestione svolgendo le attività in modo indipendente, seguendo però le norme del Palio. Ognuna è contraddistinta dal proprio colore, stendardo e stemma.

 I contradaioli, hanno il diritto di partecipare a tutte le manifestazioni del Palio. Per partecipare però al tradizionale Corteo Storico è indispensabile indossare il costume rinascimentale realizzato con i colori della propria contrada.

Le contrade e i loro colori:

CONTRADA BORGO

Borgo è una delle contrade storiche del Palio di Ostia Antica che ha per emblema il Mastio della Rocca nella veste rinascimentale rielaborata da papa Giulio II.

Nelle prime edizioni del Palio la contrada si è presentata da sola, dal 2018 ha inglobato la contrada Fanelli della scuola omonima.

Il suo colore è il Rosso Cremisi e oro, ma ancor oggi alcuni costumi sono di colore viola che apparteneva alla contrada Fanelli.

Il suo motto è Vis unita fortior (la forza unita è più forte), in senso lato: l’unione fa la forza.

CAPITANO DI CONTRADA BORGO: Maria Cristina Melone

CONTRADA CASTELLO

Castello è una delle contrade storiche del Palio di Ostia Antica.

Il simbolo rappresenta la Rocca di Ostia ampliata a Castello dal Cardinale Giuliano della Rovere in veste di Vescovo Decano del territorio (1486) e futuro papa Giulio II (1503). Fu importante dogana pontificia e caposaldo militare.

I colori della contrada sono: bianco, oro e verde.

Il motto: Nobilitas et Virtus (nobiltà e virtù).

CAPITANO DI CONTRADA CASTELLO: Donato Capurso

CONTRADA GREGORIOPOLI

Gregoriopoli è una delle contrade storiche del Palio di Ostia Antica.

Rappresenta la cittadella fortificata voluta da papa Gregorio IV nel IX secolo per difendersi dalle incursioni saracene. Nel Rinascimento fu ampliata e abbellita con la costruzione della sede vescovile (Episcopio) e la riedificazione della Chiesa di Sant’Aurea (luogo di sepoltura di Santa Monica).

Nelle mura di cinta del Borgo si può ancora ammirare la bellezza dell’Arco di accesso che la contrada riproduce nel suo gonfalone.

I suoi colori sono: nero e oro. Il nero è simbolo di autorità e l’oro di perfezione.

Il motto: Castrum Fidei (fortezza di fede), ovvero, luogo di autorità (fortezza) e di perfezione (fede).

CAPITANO DI CONTRADA GREGORIOPOLI: Alessandro Di Nicola

CONTRADA LONGARINA

Longarina è una contrada territoriale del Palio di Ostia Antica.

Situata all’interno della pineta di Castelfusano, è caratterizzata da una notevole presenza di Eucalipti piantumati dai Ravennati sul finire del XIX secolo per l’assorbimento delle acque dopo la bonifica della zona e di quella adiacente di Stagni.

Ancora oggi è attivo l’impianto di idrovore che monitora il livello delle acque ed è presente un museo a testimonianza dell’opera dei ravennati.

Il gonfalone della contrada è composto da un melograno e un pettirosso, simboli rispettivamente di fecondità e rinascita.

I suoi colori sono rosso scarlatto e argento.

Il motto: Sufficit Animus (basta il coraggio).

CAPITANO DI CONTRADA LONGARINA: Flavio Lucci

CONTRADA SALINE

Saline è una contrada territoriale del Palio di Ostia Antica.

Si trova nel sito che, fin dall’antichità, era così denominato per la presenza di due saline naturali sfruttate per l’importanza e il valore economico del sale. Alla fine del XVIII secolo furono abbandonate e seguirono il destino di tutto il territorio circostante: palude e malaria. Con la bonifica romagnola alla fine del XIX secolo la zona lentamente è divenuta un quartiere pianeggiante ad alta densità abitativa.

I colori della Contrada sono l’azzurro in tutte le sue tonalità, il bianco e l’oro.

L’azzurro rappresenta l’acqua, il bianco il sale, l’oro la ricchezza.

Il simbolo è una Garzetta Egretta, un airone dal piumaggio bianco presente ancora oggi nel territorio.

Il motto è una locuzione latina tratta da Naturalis Historia di Plinio il Vecchio: “Cum grano salis” (con un granello di sale), in senso figurato ha il più ampio significato di “con un pizzico di buon senso”, “usando la testa”, “con intelligenza”.

CAPITANO DI CONTRADA SALINE: Fabrizio Ramazzotti

CONTRADA STAGNI

La Contrada Stagni è una contrada territoriale del Palio di Ostia Antica.

Si trova in un territorio limitrofo ad Ostia Antica e, nell’antichità, era caratterizzato dal mare ad ovest, lo stagno ad est e il corso del Tevere a nord.

Soltanto alla fine del XIX secolo la zona paludosa è divenuta vivibile grazie alla bonifica dei Ravennati.

I colori della Contrada sono il verde e l’oro, mentre lo stemma raffigura la testa di un cavallo e una rana.

CAPITANO DI CONTRADA STAGNI: Gianni Merolli